Basic Joomla Menu

Relazione con un uomo difficile PDF Stampa E-mail







Buongiorno, da 2 anni tra tira e molla, frequento un uomo che ha evidenti disturbi della personalità.Non sono un'esperto ma credo possa essere uno schizoide.Si allontana e poi si riavvicina come se nulla fosse e ogni volta si propone in modo diverso.Non vi posso racontare quello che e' stato capace di fare e dire per poi tornare da me perchè e' veramente diabolico.
Adesso non risponde piu' al telefono anzi...me lo chiude in faccia solo perche' gli ho detto ti voglio bene. Adesso io chiedo, poiche' non mi permette al momento di avvicinarmi a lui, ha cattivi rapporti con la famiglia e ha solo conoscenze e non veri amici, come posso fare a convincerlo di farsi aiutare?
Grazie



Cara lettrice,
a me francamente viene più ragionevolmente da chiedere a lei il motivo per cuisia tornata da quest'uomo, e perché mai vorrebbe convincerlo a farsi aiutare.
Nessuno può essere aiutato se non lo vuole lui stesso; questa è una legge fondamentale.

Purtroppo le premesse non sono le migliori, per questo rapporto. So che le dico una cosa antipatica, ma cosa può darle un uomo come lui? piuttosto, si domandi a quale suo bisogno risponde l'essersi innamorata di una persona lunatica, diabolica, inavvicinabile, con evidenti disturbi della personalità, eccetera.

Facilmente, non ci rendiamo conto dipoterci prenderemolto molto di più da questa nostra vita.

 

Menu Principale