Basic Joomla Menu

Pene piccolo, tradimento e bisessualità PDF Stampa E-mail




Gentile d.ssa le scrivo per le paure legate alle ridotte dimensioni del mio pene e testicoli. Ho vissuto una lunga relazione in cui la mia ex mi definiva pisellino, ed alla fine mi ha anche tradito con un superdotato. Abbiamo cercato sempre di vivere una sessualità alternativa, con cunnilingus ed adorazione dei piedi e lei ha sempre cercato di sodomizzarmi pur non destando in me particolare interesse. In estate prima di essere tradito siamo stati in vacanza a Formentera dove abbiamo praticato nudismoe con mia grande sorpresa ho potuto notare di essere minidotato. Oltre questo ho avuto invidia ed attrazione per i peni grossi e lunghi. Da allora ciò mi crea disagio ed al tempo stesso desiderio. E dopo tale vacanza inoltre h subito un tradimento e ci siamo lasciati. Che fare? Cordiali saluti Raffaele


 

Caro R.,

capisco il tuo problema e non me la sento di sminuirlo se reale. La questione fondamentale, che non è chiara nella tua lettera, è se le dimensioni del tuo pene rendono o no possibile il rapporto sessuale completo con una donna, perché nel più dei casi anche con un pene al di sotto delle misure medie maschili un uomo può soddisfare il piacere della sua compagna. Non dico che sia semplice da accettare, ma è comunque possibile.
Se invece la natura è stata proprio avara con te in tal caso la questione è più complessa, e per risponderti dovrei saperne di più.
Tuttavia ho qualcosa da dirti sui tuoi dubbi sulle scelte di genere.
Che tu possa sentirti attratto dai grossi uccelli visti in spiaggia e paragonati ai tuoi in realtà non necessariamente suggerisce che tu sia bisessuale. Si può parlare di attrazione omosessuale quando siamo attratti da una persona intera del nostro stesso sesso, non da un pezzo, che piuttosto fa pensare ad una sorta di invidia mascherata: mi sento attratto da ciò che vorrei per me. La distinzione è molto sottile, ma può essere importante.
In un certo senso per te, se davvero davvero fossi ipodotato, l'omosessualiltà potrebbe essere una specie di attraente soluzione, ma ti consiglio di non buttarti sul genere maschile solo perché temi di non poter soddisfare le donne. Lascia che emerga la verità; se davvero dovessi sentirti attratto dagli uomini, o anche dagli uomini, sarebbe la tua verità e in quanto tale giusta per te. Ma non per questo, se ti piacciono, devi rinunciare alle donne; in questo mondo gli incontri possibili sono così innumerevoli che possiamo concretamente sperare di trovare la persona per noi, se siamo relativamente disposti ad accettarci per quello che siamo e con le nostre peculiarità, senza voler essere o diventare ciò che non siamo. Ci sono donne che desiderano, o per conformazione fisica abbisognano, di uomini ipodotati; non è una leggenda, è vero.
In sostanza ciò che posso dirti è che quando le cose non si possono cambiare dobbiamo esser noi a trovare un modo per stare al mondo, e per farlo dobbiamo sapere chi siamo e come siamo, non chi vorremmo essere o chi dovremmo essere. Sii sincero con te stesso, e soprattutto obiettivo (ti ripeto, il pene è piccolo solo se rende impossibile avere un rapporto sessuale completo), e sulla base di questo cerca le cose della vita che ti fanno stare meglio.
Un caro saluto e auguri
 

Menu Principale