Basic Joomla Menu

L'amicizia è un piacere, non un dovere PDF Stampa E-mail

 

 

 

 

 

 

 

 

Dottoressa,
come posso fare a riuscire a vincermi a fare le cose da sola? Sono single e tante volte sto in casa perché non trovo nessuno che mi faccia compagnia. Ho difficoltà, esempio, ad aggregarmi ad un gruppo di trekking, perché non conosco nessuno del gruppo ed ho paura di essere giudicata, ho paura che nessuno mi consideri e di sentirmi a disagio. Io lo farei proprio per conoscere persone nuove ed ho anche paura di sforzarmi per andare da sola e di rimanere delusa, così come mi è già successo e di non conoscere nessuno. Insomma mi aiuti perché mi sento paralizzata. Grazie


 

 

 

Cara L.,

da un lato ti fa soffrire non conoscere persone nuove e dall'altro ti fa soffrire buttarti in situazioni difficili dove affiorano le tue insicurezze. Il problema però credo sia che per conoscere persone nuove chiedi a te stessa uno sforzo che va oltre i limiti della tua sopportazione. Credere che sia giusto superare i nostri limiti ed affrontare sfide esagerate, secondo me, è una bella fregatura. Sai perché? perché la vita diventa appunto una cosa insopportabile.
.
Mi chiedi come puoi fare "a vincerti". Più che a vincerci noi dovremmo imparare a rispettarci, Non ti dico che devi barricarti in casa, ma neppure che sia corretto nei tuoi confronti costringerti a fare cose che ti fanno così tanta paura. Non immagini neanche quanto sia frequente il fatto di sentirsi obbligati a forzarsi in cose ritenute "giuste" da una specie di credenza collettiva, ma che di giusto per noi non hanno proprio nulla. Ciò che può sembrare o essere giusto per te può non esserlo affatto per me, e a dirla davvero come la penso ci sono anche cose che non sono "giuste" per nessuno.
.
Immagino possano esserci altri modi per te di allargare le tue conoscenze. E qui mi spino un po' nell'ipotizzare qualcosa di te. Se sei single e hai pochi amici forse c'è qualcosa di più di una semplice timidezza. Forse hai cercato le persone intorno a te in ambienti non abbastanza vicini alla tua personalità, per cui non sono rimaste o sono evaporate presto. Se noi frequentiamo ambienti vicini a noi naturalmente leghiamo con le persone che li frequentano, perché tutti abbiamo bisogno di tutti, e tendenzialmente i legami si creano spontaneamente. Se, come capita spesso, ci ostiniamo a vivere alienandoci in frequentazioni che non ci rappresentano e non ci somigliano, non solo facciamo una grande fatica, ma ne usciamo con la sensazione di solitudine e disadattamento. In questo mondo senz'altro ci sono uomini e donne che vorrebbero incontrarti, ma probabilmente tu guadi da un'altra parte.
.
Detto questo, è normale la tua paura di sentirti esclusa in ambienti che non conosci. Dobbiamo accettare che per un individuo inserirsi in un gruppo è necessariamente molto faticoso, perché le dinamiche del gruppo sono crudeli e perché quello che provi tu lo provano tutti, ma quasi nessuno lo ammette, a volte neanche a se stesso. C'è chi ha più facilità ad aggregarsi velocemente, a trovare degli alleati, c'è chi come te è più lento e tende ad isolarsi. Chi si aggrega dà la sensazione di agio e potenza, in realtà anche questa è una reazione dettata dalla paura, e l'alleanza fa sentire più forti, invincibili. Ma in realtà siamo tutti vulnerabili. Se il gruppo ti fa sentire a disagio punta su relazioni esclusive, e anche quando ti trovi in un gruppo, cerca una persona con cui sentirtii a tuo agio, non strafare e non drammatizzare.
.
Con il titolo che ho dato alla tua lettera ho voluto evidenziare come a volte diamo più valore alle nostre voci giudicanti interiori piuttosto che ad una reale sofferenza, per cui non avere amici sembra quasi una colpa inceve che una mancanza, cosicché per averne dobbiamo soffrire, violentarci, buttarci nella mischia e sperare di uscirne più o meno vivi. L'amico è colui che arriva spontaneamente, per condivisione di un modo simile di vedere il mondo, ed è piacevole, non faticoso.
Vedrai che la tua vita si arricchirà; basta per certi versi ridimensionare le dimensioni della cassaforte per valutare quanti valori abbiamo.
 

Menu Principale