Basic Joomla Menu

Sono veramente innamorata? PDF Stampa E-mail




Gentile dottoressa Di Mauro,
sono E., una studentessa di 21 anni. Sono insieme da 3 anni con D., un ragazzo meraviglioso, buono, disponibile, simpatico. Con lui mi trovo veramente bene, nei momenti che passiamo insieme io sono sempre felice perchè ridiamo e parliamo di tutto. Il mio grosso problema è che ora, quando lo vedo, non mi batte più il cuore come le prime volte, quando so che deve venire a casa mia non sto più ore davanti allo specchio; quello che però più mi preoccupa è il fatto che se magari qualche ragazzo carino cerca di corteggiarmi io provo quelle vecchie sensazioni, anche se per pochi giorni. Quando accade ciò mi chiedo: ma sono veramente innamorata di D.? come è possibile che mi possa battere il cuore per qualcun'altro?
Arrivo così a periodi in cui penso che forse dovrei lasciare D. ed inizio a piangere perchè non so se è veramente la cosa giusta da fare e mi dispiacerebbe tantissimo spezzare il nostro legame, inoltre un'altra cosa a cui penso è che farei soffire tantissimo il mio Davide al quale tengo più della mia vita.
Mi piacerebbe avere qualche consiglio.
Grazie per la disponibilità.
E.



Cara ragazza,
quello che ti accade non devi viverlo come una cosa brutta. Un rapporto d'amore, all'inizio, è facilmente
incandescente, emotivamente incontenibile e carico di passione straordinaria, non paragonabile ad alcunaesperienza della vita ordinaria. E' un momento molto bello, che cementa il legame, lo imprime nella propria esperienza, consolida il senso di appartenenza.
Se però questo stato di euforiadurasse tutta una vita, con la stessa intensità, probabilmente ci consumerebbe. Una caratteristica dell'essere umano è proprio quella di accomodarsi all'esperienza in modo tale che questa sia energeticamente economizzata, cioè contenuta, Durante una nuova avventura, l'oganismo si attiva e viconcentra tutte le sue foze e il suo interesse, per poi adattarvisi e trovare una sorta di equilibrio con il resto della vita. Se così non fosse, non esisterebbero cose come la serenità, il riposo, la quiete.

Pensa che vita bizzarra sarebbe una vita dove ogni mattina fino alla morte noi provassimo per il nostro uomo il medesimo vuoto allo stomaco, inappetenza, tremore alle gambe, senso di offuscamento, iperattivazionee mancanza di sonno, tipici della prima settimana: sarebbe una vita impossibile. La bellezza dell'amore è la sua evoluzione, il suo viaggio in tutte le fasi ognuna delle quale ha la sua poesia, irrinunciabile.
Il bello è seguire questo viaggio con fiducia e grande cura, senza vivere scontatamente l'altro o pensare che l'amore non abbia bisogno di grande attenzione. OGni momento può essere di bellezza straordinaria se vissuto con consapevolezza e presenza reciproca, affetto, seduzione, vicinanza e dialogo continuo.
Cara E., la vita non si esaurisce, e com'essa, neanche la conoscenza dell'altro (che cambia continuamente, insieme alla vita) né l'amore.
Non farti abbagliare dai nuovi corteggiatori, e prova a prendere dal tuo D. le cose belle che il legame può darti. Soltanto quando sentirai davvero di non sentire più piacere accanto a lui, di non condividere momenti nutrienti, di preferire la solitudine alla sua compagnia, allora vorrà dire che l'amore tra voi ha esaurito le sue cartucce,
Continua a farti bella per lui, alternando lo specchio e i trucchi alla tuta da ginnastica o ai maglioni di lana, cosicché possiate sperimentare tutte le sfaccettature del rapporto, e godetene più che potete.
Un saluto caloroso
 

Menu Principale