Basic Joomla Menu

E' morto mio padre e dopo anni vivo il lutto PDF Stampa E-mail

 

 

 

Salve, sono un ragazzo di 21 anni ed e la prima volta che scrivo a qualcuno di questa cosa, per me non e facile parlarne con nessuno ...pero ho bisogno di un aiuto...

Non e da poco che ho perso mio padre, ormai sono 4 anni e 1 mese..

Voglio capire cosa mi succede, inizialmente il primo anno e vero stavo male ...

Ma sopportavo abbastanza bene era piu mia madre che stava male, poi con il passare del tempo ho cominciato a pensare sempre di piu a quello che e successo... Risultato ormai sento che mi manca qualcosa, non riesco piu a stare totalmente bene spesso quando sono da solo piango ,a volte non riesco a pensare ad altro per giorni interi, le notti riesco a dormire pochissimo , eppure dal primo anno non e subentrato niente, ho tutto quello di cui ho bisogno, una ragazza che amo, una situazione familiare tranquilla, università che va bene, un futuro piu che buono...


Eppure dentro sto male sono sempre al 50% ed ultimamente ho notato che nn riesco piu a stare bene con le persone... Io ero la persona piu amichevole e chiacchierona del mondo eppure ora sono sempre silenzioso e cupo... Senza magari pensare a niente... Prima non avevo paura di niente e ora ho paura di tutto, mi rasserena stare solamente accanto alla mia ragazza che non so come ma riesce a darmi tranquillità , tutto il resto mi stressa, sto bene da solo in casa , a studiare o a farmi i fatti miei, e mi tranquillizza quando sono da solo in casa l acqua che scorre:) si devo avere davvero qualche strano problema:) vorrei capire come tornare , se e ancora possibile, quello di prima e a come riacquistare il 100% di me stesso, se ha qualche buon consiglio gliene sarei grato...
Cordialmente

 

 

 

Caro M.,
la morte di un genitore è un evento che scatena reazioni imprevedibili, ognuno si ritrova a fare i conti con le proprie questioni, e spesso può accadere qualcosa di importante.
La perdita è però, diciamo, un fattore scatenante, non una causa vera e propria. La perdita porta un dolore molto forte, che ci costringe a contattare le parti di noi più profonde, dove sono conservati i nostri fantasmi, i nostri spettri,
Probabilmente ti sta accadendo questo.
Dovresti prenderlo come un momento importante per te. Non devi spaventarti né del dolore né della solitudine, l'unico modo che abbiamo per capire cosa ci accade, è assecondarlo e viverlo fino in fondo. Forse il tuo essere chiacchierone ed amichevole non rappresentava tutte le tue parti. Probabilmente c'è dell'altro, che ora prende il sopravvento, ed un giorno si armonizzerà con il resto.
Ti sembrerà strano, ma trovo l'immagine di te da solo in ascolto dello scorrere dell'acqua molto dolce e piena di poesia.
Non combattere ciò che ti sta accadendo. Vivilo fino a che ne avrai desiderio e stai in ascolto del tuo corpo e dei tuoi pensieri intimi. Non fare nulla che tu non voglia, e godi delle cose che ti danno serenità.
Presto, secondo me, avrai le tue risposte.
 

Menu Principale