Basic Joomla Menu

Allucinazioni ipnagogiche PDF Stampa E-mail






Cara dottoressa Zaira, ho deciso di scriverle perchè da un pò di tempo a questa parte comincio ad essere spaventato da alcune cose che mi succedono durante il sonno e che hanno fatto parte anche della mia infanzia.

Non so se le sarà possibile rispondermi,immagino che sarà molto occupata dal suo lavoro,ma almeno ho tentato...

Sono un ragazzo di 25 anni,i miei primi disturbi nel sonno credo risalgano all’età di 15 anni,mi succede spesso che durante il sonno mi svegli di colpo come se fossi lucidissimo (o almeno così sembra) e nonostante io abbia molte persone accanto a me che mi vogliono bene, in quel momento mi sento completamente solo al mondo,ma non solo...La cosa che più mi mette paura è che nel momento del risveglio improvviso oltre a sentirmi solo sento come la presenza della morte,quasi come se non avessi scampo e non potessi scappare,vengo assalito da sensazioni fortissime,talmente tanto forti che quando mi successe,all’età di 15 anni,scoppiai a piangere e a urlare fortissimo...

Ora sono passati quasi dieci anni e ancora mi succede qualche volta,vorrei tanto sapere a cosa sono dovuti questi miei disturbi e se potessi,vorrei tanto metterne fine...

Da quando mi sono fidanzato mi è capitato di dormire la notte con la mia ragazza accanto e lei stessa mi ha detto di essersi spaventata per me durante la notte, perchè ha notato che di colpo comincio a tremare e a sospirare per pochi istanti e poi riprendo a dormire,subito dopo pochi minuti succede ancora,è strano.

Leggendo molte cose su internet,ho trovato articoli che parlano di allucinazioni ipnagogiche,potrebbe trattarsi di quelle?

Non ho mai fatto uso di farmaci ne di altre sostanze ma soffro di questi disturbi da molto tempo,non so se lei avrà il tempo per rispondere alle mie domande,ma se riuscisse anche solo a trovare un pò di tempo per farlo glie ne sarò davvero grato.

Grazie per la sua attenzione,attendo una sua risposta,a presto.

Caro S.,
immagino si tratti proprio di llucinazioni ipnagogiche, ma questo purtroppo non ci spiega nulla. Il punto è capire perché produci queste allucinazioni.

Il sonno è la parte della vita in cui siamo più vulnerabili, e in generale noi 'psi' crediamo che la vita psicologica abbia la meglio esprimendosi con meno censure nei sogni.

Credo che in qualche misura tue notti stiano da anni cercando di comunicarti un tuo dolore, che prima o poi dovrai deciderti ad affrontare.

Inizia parlandone con la tua fidanzata, raccontale qualcosa di te, delle tue paure, delle tue sofferienze. Lei potrebbe fare altrettanto. Oppure potresti parlarne con uno psicologo o uno psicoterapeuta, la psicoterapia offre un buon aiuto per le questioni come la tua.

Insomma, meglio affrontare una volta per tutte l'angoscia che trascinarsela per tutta una vita.
 

Menu Principale